Articolo in evidenza

BLOG – DIRITTO E LEGGE

Questo blog è un sperimento online utilizzo informativo e comunicativo di varie tipologie di sicurezza sia online, diritti e istruzione, nel ambito informatica, progettazione, diritto, legislazione, costituzionale.
Il sistema web è fonte di scrivere le proprie disaggi, e accogliere una comunicazione di chi ha veramente bisogno nel campo del studio e diritto, oggi la società non è disposizione in online di dare  consigli chiari e scrivere modesto in lingua Italiana.

Sembra che delle comunicazioni da parte Enti Pubblici e Privati non esprimano il discorsivo della lingua Italiana, e non presentano ben chiaro nel Web le loro Funzioni, Servizi, le proposte delle attività delle pubbliche amministrazione e privati distolgono dei diritti del cittadino, non presentano una chiara conoscenza di cosa e di chi dovrebbe rivolgersi il cittadino.

Gli articoli di questo blog sono tutelati dal Costituzione Italiana Art.21 e Codice Art.97 C.C.

LEGGI ROMANE

IL Senato romano era il più famoso in quei tempi che si riunivano per applicare la Legge di Roma, ogni senatore romano sapeva stabilire ogni codice, stiamo parlando nei tempi A.C.
applicavano la Legge in base al criteri umano, non c’era un formulario di codice o status, ma un
criterio del Imperatore di Roma un status basato sul principio della popolazione Greci, Romani ecc.

Ogni senatore impero romano proponeva nel luogo dove si discuteva la problematica di Roma, in base al criterio sociale romano che la definizione Legislativa di elaborare e delle conclusioni del parere del Imperatore di Roma.

Quando fu costituita una forma giurisdizionale formando delle assemblee, camere, dove si discuteva    civilmente senatori e altri membri dopo la storia del Imperatore Romano che si fondavano criteri in base della legislatura.

Il fenomeno giuridico e legislatura dopo il percorso storico impero romano 67 A.C. – 169 A.C.
in seguito dell’era 800 si formo un modo di applicare la Legge chi presentava la legislatura come gruppo politico e sociale.

Il tempo della storia percorse un nuovo sistema ordinamento giuridico e legislatura che fu costituita da tanti eventi storici con criteri umanistico e giuristico, nel percorso della storia è stato molto tragico sia politicamente, programmabile del diritto amministrativo, con molta difficoltà globale di costituire Leggi e norme legislazione.

Nel 1948 entro in vigore la Costituzione Italiana applicando dei Art. 1,2 essenziale per l’essere umano di avere diritti e doveri nei seguenti Articoli che proseguono della Costituzione Italiana come è indicato 1° Gennaio 1948 la seguente: “ L’Assemblea Costituente, che approvò la Costituzione entrata in vigore il 1° gennaio 1948, era stata eletta il 2 giugno 1946. Tale Assemblea era stata prevista dal decreto legge luogotenenziale 25 giugno 1944, n. 151”.

STRUTTURE SANITARIE E PROBLEMATICHE

Le strutture sanitari in questa epoca sono molte che operano nel settore sperimentale nei casi di patologie infettive, elaboratori che svolgono una attività per sconfiggere il presente virus che viene più colpito in queste tempi, ma si trascurano altri fenomeni di virus o non si prendono su serio tali avvertimenti.

Le Strutture Sanitarie

LE Strutture che funzionano nel nostro paese vengono valutate in due fattori Primo non c’è un vigilanza per curare in modo legislativo, Igenico, Male gestione Amministrativa, per risolvere il problema si rimanda una procedura che si deve valutare delle esigenze economiche ma il punto prima di percorre questa risoluzione già ci sono fondi per mantenere il buon stato della struttura, inizio della pianificazione del progetto. Secondo quando il sorgere per molte cause sia amministrativa o sociale mancanza del personale, quando non ci sono delle soluzioni applicano Art.25 C.C.

Le Problematiche

Ora sorgono disaggi per il paziente, delle strutture mal gestione, si chiude tale strutture, il paziente si deve cercare una struttura adeguata per il suo problema nel campo sanitario e delle proprie cure, nessuno gli viene annunciato, un mezzo di informazione quale struttura è disponibile, quando tale precedente struttura chiude, non ci sono: uffici di informazioni, indicazione di qualche ufficio si occupa.

Nessuno applica la Costituzione Italiana:

Art. 32.
La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.

Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge.
La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

IL CRIMINE E CRIMINOLOGIA

IL Crimine oggi è fondato dalle ideologie sociale che possono danneggiare il singolo individuo sia il minore, persone adulte, dalle notizie che si sentono e soprattutto fatti di cronaca che concludono una forma di futilità, invidie, gelosie, che possono suscitare cause che possono peggiorare la società.
Non stabilire un criterio giuridico, di non rispettare le leggi del paese, se parliamo delle leggi e della Costituzione Italiana Art.1,2. La Propria definizione legislativa si potrebbe partire di un crimine di cose piccole, perché? Perché la maggior parte dell’uomo guarda sole cose grande che colpiscono tale singola persona per fare notizia.

La Criminologia si propone di una discussione per reati accaduti e dal inizio del evento, non solo studia il fenomeno sia fisco e psicologico, branche di studi della medicina.
Ma si propone di raggiungere la verità come caso criminologia  di fare luce chiare e studiando attentamente tale inizi, e dalla cultura che proviene sul sito del caso.

La Mitologia ha la sua parte nella società che si comprende “il diritto privato” metodo tipologico, sui problemi della sociologia studi che comprendono lo studio della società e il comportamento, il diritto sia sociale, e il diritto privato metodo tipologico di Karl Larenz.

Karl Larenz era il figlio della Corte suprema amministrativa giudice Karl Larenz e sua moglie Ida, nata Pagenstecher. Ha frequentato in età prescolare a Poznan, il liceo a Neuwied sul Reno e in Osnabrück, e dal 1915 la Heinrich v. High School di Kleist a Berlino-Schmargendorf.

Dopo la laurea nel 1921 Larenz preso il semestre invernale 1921/22 a Berlino. Nel gennaio 1926 ha superato l’esame di stato a Celle. Ai primi di novembre 1926, è stato dopo la sua tesi è stata accettata sulla “teoria hegeliana di imputazione e il concetto di attribuzione oggettiva” dal diritto Göttingen e Facoltà di Scienze Politiche, ha conseguito il dottorato in diritto. 1928/29 a Larenz stato abilitato presso Julius Binder a Göttingen con la Scrittura “Il metodo di interpretazione del negozio giuridico”

A partire da maggio 1933, ha insegnato presso l’Università di Kiel, in primo luogo nella rappresentazione e nel 1935 come presidente del filosofo del diritto Gerhart Husserl, che era stato rimosso come un Ebreo da questo ufficio. Larenz apparteneva ad un gruppo di professori più giovani, chiamato Scuola di Kiel e che si vedeva come un cerchio di leader di pensiero del nazista rinnovamento legale. Secondo Ernst Klee era Larenz “uno dei più importanti teorici nazisti in diritto civile”.

Dal 1934, Larenz era con Hermann Glockner editore della rivista per la filosofia cultura tedesca. 1 Maggio 1937 entra a far parte del NSDAP (appartenenza. 5.041.008) in. In nazista avvocati patto è stato anche un membro.

Dopo la fine della seconda guerra mondiale ha insegnato Larenz, che inizialmente aveva bandito dall’insegnamento a causa del suo lavoro tra il 1933 e il 1945, a partire da dicembre 1949. Presso l’Università di Kiel. Nel 1960 è stato nominato per l’Università di Monaco di Baviera, dove rimase fino al suo ritiro.

DIRITTO DELL’IMMAGINE

Nel Mondo del spettacolo e vip ci sono stati episodi che hanno svolto news su notizie di usurpato immagine artistica soprattutto dai casi vendita del propria immagine.

Questi casi si sono trascurati con il tempo senza stati tutelati e far attività di commercio illegale,
un periodo si è svolta la scena di tutelare questi avvenimenti prendere casi di personaggi che adoperano immagine, si sono attivate del procedure penali.

Le procedure penali svolte di atti processuali nei tribunali per qualsiasi caso di tutela sia spettacolo e vip si sono riconosciute dei valori d’autore e della propria immagine.

I processi che sono stati svolti per la tutela dell’immagine per casi con prove riconosciti con atti e dell’Art.10 c.c. E altri processi sono stati riconosciuti Art.10 c.c. per La forma di Schizzo, Fotografia, riproduzione cinematografica soprattutto dell’immagine.

In seguito testi d’autore si sono svolti processi per valutare opere e scritti, con molte verifiche di identificazione delle opere scritte, per personaggi che hanno scritto opere in propria persona e di fare valere il diritto d’autore in base Riservatezza e protezione della vita privata.
Delle leggi speciale, in seguito sul diritto d’autore art.97 c.c.

office-building-1027016__340

TASSE GOVERNATIVE? DEVO PAGARE!

Il Sig. Scagnetti Elio una ricerca Università alla Sapienza esprimendo il metodo giuridico Diritto e Pubblica Amministrazione.

Le tasse comprendo da varie funzioni amministrative e uffici, quando si parla di tasse governative il governo non chiede direttamente al cittadino bensì manda un importo a varie uffici di competenza e responsabilità di comunicare al cittadino.

Quel importo che chiede all’ufficio delle tasse al cittadino non viene mai dice fratto il totale giusto, quando viene trasferito all’ufficio responsabile la combinazione cambia tale importo, chi sono questi uffici? Agenzia delle entrate, Ufficio fiscale, ufficio Immobiliare ( il Comune di appartenenza) ecc.

La ricerca svolta giuridicamente non è proprio chiaro che tale cittadino deve pagare quello che stato richiesto dai uffici, che devono pagare l’importo che il governo ha stabilito.

TASSE GOVERNATIVE?

Le tasse governative si rappresentano un nucleo che a bisogno il paese, fare pagare al singolo cittadino il tasso che ha la responsabilità la P.A. giuridicamente non è tale diritto viene dalle tasse il diritto, non si può annunciare le tasse è un diritto o socialmente utile alla comunità, bensì dobbiamo verificare quanto tasse ha preveduto il governo tale importo.

La P.A giuridicamente dalla Costituzione Italia Art.1,2 seguente della legge 104/92 si deve applicare tale agevolazione sulle le tasse, ma sono insensibile di applicare tale Legislatura riguardante al cittadino disabile e maggior compresso altri cittadini .

DEVO PAGARE!

La Costituzione Italiana è molta chiara dei Art. 1,2 e la legge 104/92, ma il governatore o legislatore è insensibile, insistente dichiara che devo pagare le tasse, devo pagare!

Un grande artista del un film si espresse così nella sua parte del film “Vuoi che ti pago il conticino?” la Costituzione Italiana Art.1,2 e la legge 104/92 esiste la agevolazione, non è validità di giuridicamente sia penalizzazione di pagare importo ciò che si stabilisce la P.A. e “IL Conticino non te lo pago”.